Giorno dei morti

Giorno dei morti

Il 2 novembre è noto come il giorno dei morti, ovvero la festività che commemora tutti i defunti. Questa celebrazione si riscontra in ogni cultura e tradizione e, tranne che nell’Occidente moderno, non ha, e non ha mai avuto un carattere malinconico e triste.

Significato del giorno dei morti

Il giorno dei morti, celebrato il 2 novembre ha un carattere di festa e riflessione sui cari che non ci sono più. Generalmente si va presso i cimiteri per far visita ai propri cari, magari confezionando dolci tipici per l’occasione, in varie regioni d’Italia.

La ricorrenza del Giorno dei Morti venne celebrata per la prima volta nel cristianesimo intorno al X secolo. A quel tempo, Sant’Odilone, abate di Cluny, udì da un pellegrino dell’esistenza di un’isola dove si potevano ascoltare le anime del purgatorio che chiedevano preghiere per la loro liberazione.

Egli, allora, varò una legge in cui tutti i monasteri della sua congregazione dovevano celebrare il 2 novembre il Giorno dei Morti. A partire dal XIII secolo, la festa era ormai riconosciuta da tutta la Chiesa Occidentale.

Il colore liturgico di questa commemorazione è il viola, il colore della penitenza, dell’attesa e del dolore, utilizzato anche nei funerali. In Italia, benché molti lo considerino come un giorno festivo, la ricorrenza non è mai stata ufficialmente istituita come festività civile.

SIMBOLOGIA DEL GIORNO DEI MORTI

Questa festa di origini antiche ha una sua tradizione simbologia. Per esempio in questo giorno è abitudine portare fiori sulle tombe dei defunti. Si utilizza specialmente il crisantemo, che secondo la tradizione nostrana è il fiore dei morti per eccellenza. Questo perché il fiore sboccia in questo periodo.

Il nome crisantemo significa “fiore d’oro”. Inizialmente veniva coltivato in Cina, per poi diffondersi in Europa solo alla fine del 1700. In Cina questo fiore si utilizza nei matrimoni, e in altre parti del mondo è simbolo di vita, forza e pace.

In alcune regioni Italiane ci sono anche dolci legati a questa festa, di solito semplici nella preparazione e con pochi ingredienti. I biscotti vanno per la maggiore, con forme che ricordano ossa o dita della mano. Si fa un banchetto nella notte tra il 1 e il 2 Novembre, al quale si invitano i morti per far visita ai propri cari.

 

CONTATTI        

Per qualsiasi domanda o dubbio contattaci.

Logistica Funeraria – Via Segesta, 12 – 00179 Roma (IT)
Telefono: 06 77 0003
Mail: info@logisticafuneraria.it

Seguici anche sui Social Network!

Instagram: @logistica_funeraria_
Facebook: Logistica Funeraria

> Funerale economico Roma > Costo Funerale Cremazione Roma
> Funerale economico Roma Est > Costo Funerale Economico Roma
> Cremazione San Giovanni > Tumulazione Roma
> Funerale Roma Centro > Vestizione Salma Roma
> Servizi Funebri Roma> Pompe Funebri Roma
> Onoranze funebri Roma > Preventivo Funerale Roma
> Funerali economici Roma > Prezzi Funerali Roma
> Agenzia funebre Roma > Prezzo Funerali Roma
> Agenzia funebre San Giovanni> Dispersione Ceneri Roma
> Onoranze funebri San Giovanni> Inumazione Roma
> Funerale a Roma> Fiori Funerale Roma

Torna su