Come superare un lutto

come superare un lutto

Come superare un lutto? Questa purtroppo è una frase che prima o poi nella vita tutti ci troviamo a porci. Una vera e propria risposta assoluta non esiste, tuttavia la sofferenza per una perdita è un processo fisiologico che appartiene alla vita stessa. Ad esempio quasi tutti ci troviamo costretti a vivere la perdita dei genitori, un distacco che per quanto fisiologico non è semplice da affrontare.

Per questo motivo spesso è meglio affidarsi ad uno specialista, noi di Logistica funeraria abbiamo un servizio di ASSISTENZA PSICOLOGICA PER L’ELABORAZIONE DEL LUTTO.

Ogni persona reagisce in modo soggettivo al lutto, ma crediamo che quella sofferenza debba essere compresa ed elaborata tramite l’intervento di un terapeuta.

Come superare un lutto? Emozioni

Il lutto è uno stato psicologico che segue la perdita di una persona significativa che ha fatto parte della vita di qualcuno.

La perdita di una persona amata non è mai semplice da superare e a volte può assumere caratteristiche patologiche.

L’esperienza della perdita è vissuta diversamente da persona a persona.

È quindi difficile stabilire quali siano le reazioni psicologiche che possono insorgere così come individuare i tempi di elaborazione della perdita, che possono essere quantificabili in mesi o anni.

Le reazioni di fronte ad un lutto possono essere diverse.

Sicuramente quello che si prova è un forte dolore, che si può declinare come frutto di emozioni spiacevoli (ad esempio tristezza e rabbia) oppure come sensazione fisica di dolore.

Come superare un lutto? il tempo basta?

Si dice che “il tempo curi le ferite”, che a volte l’unica cosa che si può fare è lasciare che il tempo passi, tenendo duro giorno dopo giorno, affinché quasi magicamente le ferite guariscano da sole. In questa frase c’è assolutamente della verità perché la perdita di una persona amata, in particolare quando il lutto avviene improvvisamente, richiede del tempo per essere elaborata, digerita e superata. Tuttavia, questa convinzione può trasmettere un’idea sbagliata, cioè che le ferite si rimargineranno da sole senza l’intervento della persona che ha subito la perdita.

Il punto essenziale è accorgersi quando da normale il lutto diventa patologico, ovvero interferisce con il proseguimento della vita di chi è rimasto.”

In capo a due o tre mesi è comune riuscire nuovamente a lavorare o studiare con una discreta efficienza, o ad avere una vita sociale, seppure limitata alle persone più care. Se la depressione e il senso di vuoto proseguono più a lungo, è necessario chiedere aiuto.

Come superare un lutto? reazioni

Shock e ottundimento: a volte familiari e amici reagiscono alla notizia del decesso con uno stato di incredulità e negazione, anche quando la morte è frutto di una malattia prolungata. Si tratta di un fenomeno di rimozione che di solito dura poche ore o al massimo qualche giorno e svanisce man mano che si moltiplicano le occasioni per parlare del decesso con altre persone.

Agitazione e nostalgia: man mano che l’ottundimento iniziale scompare, è possibile che compaiano ansia, agitazione e desiderio di vedere la persona scomparsa, tali da interferire con la capacità di concentrarsi. La persona deceduta è presente anche nel sonno attraverso i sogni.

Rabbia: è un sentimento comune. La rabbia può essere rivolta contro il destino, ma talvolta anche contro la persona che è mancata (e che se ne è andata troppo presto) oppure contro i curanti che non sono stati capaci di salvarla.

Tristezza e depressione: sono spesso i sentimenti dominanti nel tempo, ma non sono presenti in egual modo in tutti. L’intensità della tristezza non è una misura di quanto si è voluto bene a chi non c’è più, ma dipende dal modo con cui ciascuno di noi reagisce

E inoltre:

  • Vuoto: c’è chi sente di aver perso una parte di se stesso. Questo vuoto può sparire con il tempo o, almeno, attenuarsi.
  • Accettazione: la fase di accettazione non corrisponde a un ritorno alla normalità precedente la perdita. Le persone col tempo si adattano alla nuova realtà, anche se la tristezza legata al ricordo della persona deceduta non scompare mai del tutto.

Non esiste un tempo “giusto” per viversi il lutto. Questo processo dipende da molteplici fattori quali la tua personalità, la tua età, i tuoi valori e la tua rete sociale e di supporto.

Per ulteriore informazioni non esitare a contattarci:

  • +39 06 77 0003
  • info@logisticafuneraria.it

Seguici sul nostro profilo instagram per essere sempre aggiornato

> Funerale economico Roma > Costo Funerale Cremazione Roma
> Funerale economico Roma Est > Costo Funerale Economico Roma
> Cremazione San Giovanni > Tumulazione Roma
> Funerale Roma Centro > Vestizione Salma Roma
> Servizi Funebri Roma> Pompe Funebri Roma
> Onoranze funebri Roma > Preventivo Funerale Roma
> Funerali economici Roma > Prezzi Funerali Roma
> Agenzia funebre Roma > Prezzo Funerali Roma
> Agenzia funebre San Giovanni> Dispersione Ceneri Roma
> Onoranze funebri San Giovanni> Inumazione Roma
> Funerale a Roma> Fiori Funerale Roma

Torna su