Cremazione di un defunto

Cremazione di un defunto

Solitamente, quando una persona viene a mancare, si procede secondo le sue ultime volontà, che possono essere scritte nel testamento o lasciate oralmente ad una persona fidata. Nel caso in cui questo non avvenisse, si può procedere in diversi modalità tra cui appunto la cremazione di un defunto.

Questa è una delle opzioni che si possono scegliere a seguito del decesso per occuparsi della salma. Vediamola nel dettaglio.

Cremazione di un defunto: come avviene

Durante la cremazione, il corpo viene bruciato ma non ridotto in cenere. Infatti, della salma rimangono dei frammenti ossei molto friabili, che poi sono gli operatori a ridurre in polvere. Per quanto riguarda i liquidi, durante il processo di cremazione l’acqua evapora e carbonio e zolfo si liberano sotto forma di gas. A livello chimico rimangono prevalentemente fosfati di calcio, assieme a potassio e sodio. Al termine della procedura, di un corpo rimane circa il 3.5% del suo peso, che corrisponde a circa 2.4 kg per un corpo adulto.

Cremazione di un defunto

Cremazione di un defunto in Italia

Come avviene la cremazione in Italia? In Italia questa procedura deve avvenire in una struttura certificata per l’esecuzione. Assieme alla salma, durante la cremazione, viene bruciata anche la bara ad una temperatura di circa 900 gradi. È invece vietato inserire qualsiasi altro tipo di oggetto. La cremazione avviene in appositi forni crematori presenti in tutto il territorio nazionale e deve essere autorizzata dal Comune dove è avvenuto il decesso.

Cremazione di un defunto – come manifestare la volontà di cremazione

Se al momento della propria morte desidera che il corpo venga cremato, deve lasciarlo detto nelle sue ultima volontà e ciò può avvenire:

  • nel testamento
  • iscrivendosi a una associazione riconosciuta che ha tra i propri fini la cremazione

Se il defunto non lascia alcuna volontà in questo senso, il coniuge o il parente più prossimo può decidere per la sua cremazione con una dichiarazione espressa e sottoscritta (processo verbale) firmata di fronte all’ufficiale di stato civile del Comune. Se ci sono più parenti dello stesso grado, la dichiarazione deve essere firmata dalla maggioranza assoluta di essi.

Cremazione di un defunto

Dopo la cremazione, le ceneri possono essere:

  • tumulate in un ossario, in un loculo già in concessione o in una tomba di famiglia
  • affidate a un parente
  • disperse in base alle volontà espresse dal defunto (per questo è necessario consultare la normativa locale)

In genere le pratiche funerarie vengono espletate dalle imprese di onoranze funebri, cui i cittadini possono rivolgersi delegando gli adempimenti previsti presso il Comune.

CONTATTI        

Per qualsiasi domanda o dubbio contattaci.

Logistica Funeraria – Via Segesta, 12 – 00179 Roma (IT)
Telefono: 06 77 0003
Mail: info@logisticafuneraria.it

Seguici anche sui Social Network!

Instagram: @logistica_funeraria_
Facebook: Logistica Funeraria7

> Funerale economico Roma > Costo Funerale Cremazione Roma
> Funerale economico Roma Est > Costo Funerale Economico Roma
> Cremazione San Giovanni > Tumulazione Roma
> Funerale Roma Centro > Vestizione Salma Roma
> Servizi Funebri Roma> Pompe Funebri Roma
> Onoranze funebri Roma > Preventivo Funerale Roma
> Funerali economici Roma > Prezzi Funerali Roma
> Agenzia funebre Roma > Prezzo Funerali Roma
> Agenzia funebre San Giovanni> Dispersione Ceneri Roma
> Onoranze funebri San Giovanni> Inumazione Roma
> Funerale a Roma> Fiori Funerale Roma

Scroll to Top