Previdenza funeraria

previdenza funeraria

Previdenza funeraria: che cos’è e come può tornarti utile? Il momento dell’ultimo commiato è sempre delicato e doloroso per chi rimane. Talvolta poi diventa anche fonte di stress, per via delle spese legate a un funerale. Grazie alla previdenza funeraria almeno su questo aspetto si può intervenire.

La previdenza funeraria

Questo servizio innovativo è stato ideato e messo a punto dal direttore generale e presidente di Logistica Funeraria, ossia Vittorio Natangeli. L’idea è nata osservando le persone in un momento critico come il funerale, ed è stata migliorata e arricchita in circa 48 anni di esperienza.  Il tutto è stato scaturito da un’attenta riflessione su i principali problemi che conseguono un lutto. Queste problematiche sono legate all’urgenza con la quale si deve organizzare il rito, alla difficoltà di trovare un’agenzia funebre competente e le possibili difficoltà economiche dei parenti di chi passa a miglior vita. Tutte queste grane si possono facilmente risolvere grazie alla previdenza funeraria

Funerali e prestiti

Organizzare un funerale può essere dispendioso. Lo sa bene circa il 36% delle famiglie italiane, che si è visto costretto a chiedere un finanziamento per dare degna sepoltura ai propri cari. Secondo Altroconsumo è questa la percentuale di famiglie che non può permettersi un rito funebre, senza ricorrere all’aiuto di banche e finanziarie. Che poi si sa, se ne approfittano e castigano con gli interessi. Inoltre non tutti possono richiedere un finanziamento.

previdenza funeraria

Come funziona?

Il funzionamento della previdenza funeraria è molto semplice. Si può sottoscrivere per se stessi o per una persona cara, e ti consente di coprire le spese del tuo funerale mentre sei ancora in vita. Quasi mille persone (solo a Roma) hanno pensato bene di aderire al servizio, per evitare di mettere i propri familiari in brutte acque (economicamente parlando) al momento del proprio decesso. Si decide tutto a mente lucida: puoi stabilire i termini del tuo funerale, organizzarlo al meglio, senza fretta e senza pressioni. Eviterai così anche di rivolgerti alla prima agenzia che capita, per la fretta di concludere il rito. Molte pompe funebri sono senza scrupoli, e guardano solo l’aspetto economico della questione – senza curare quello umanistico. Una volta che avrai deciso tutto dovrai sottoscrivere un contratto di assicurazione.

L’assicurazione

Come ti ho detto per attivare la previdenza funeraria dovrai sottoscrivere un’assicurazione. Quale? Lo scegli tu! Non sei vincolato in nessun modo, e anzi avrai pieno controllo e libertà di scelta. Una volta individuata la compagnia assicurativa che più risponde alle tue esigenze, potrai sottoscrivere un contratto con questa. Ogni mese verserai una piccola somma all’assicurazione (e non all’agenzia funebre in sé). Tutto il denaro che versi non è assolutamente vincolato, e puoi tornarne in possesso ogni volta che vuoi. Inoltre la somma è detraibile dalla dichiarazione dei redditi. Se cambi idea puoi richiedere indietro quanto versato fino a quel momento, con tanto di interessi maturati. Le condizioni e le modalità del rito e dell’assicurazione stessa possono essere modificate in ogni momento. 

L’importo previsto è di pochi euro al mese, da versare per la durata massima di 10 anni.

Cosa succede in caso di decesso?

Cosa accade se il sottoscrivente decede prima di aver terminato di pagare il premio assicurativo? I costi non graveranno comunque sui suoi cari. Anzi, il funerale sarà organizzato lo stesso (e secondo le modalità previste). Per di più, se qualcosa dovesse andare storto durante il rito funebre, Logistica Funeraria si impegna a risarcire i familiari del deceduto. Questo è valido anche se il sottoscrivente ha versato una sola rata del premio. 

Se vuoi saperne di più su questo servizio innovativo e vantaggioso contattaci.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su